25 AGOSTO 2006


Pubblicato il 15 novembre 2012 da Pierluigi Costa Nessun Commento

Nuotata da Pirocchio a Cressi

Tempi duri per chi nuota in mare. Infatti il mese di agosto all’Isola d’Elba ha portato mareggiate e molte meduse nelle zone esposte al vento.

A farne le spese sono stavolta i nuotatori della Sezione Nuoto in Mare del Circolo Teseo Tesei di Portoferraio che, nella classica nuotata da Procchio a Chiessi, hanno dovuto affrontare forti correnti marine e, a più riprese, grandi banchi di meduse con conseguenze poco piacevoli. L’impegno sportivo, una nuotata di solidarietà organizzata da Sviluppo Elba 2000 per i ragazzi africani di Burkina Faso, al fine di fornire la farina Misola loro alimento primario, si è svolta martedì 15 agosto 2006.

Dalla spiaggia di Procchio alle 7.30 di mattina partono Pierluigi Costa e Lionel Cardin , ai quali si aggiungono a Sant’Andrea un ragazzo di 17 anni della Bielorussia, Maxim Lubin e, a Patresi Piero Raimondi, Giandomenico Vita con i figli Giorgio e Giovanni di 11 e 13 anni.

La nuotata, già impegnativa per la lunga distanza di circa 30 km, si trasforma nel finale in un’autentica odissea, sia per le correnti che hanno notevolmente rallentato l’andatura del gruppo, sia per la crescente presenza di meduse che a 5 km dal traguardo hanno cominciato a farsi dolorosamente sentire. Tutti i nuotatori sono stati colpiti una decina di volte ma il triste primato, con oltre 21 punture, è toccato Pierluigi Costa.
Gli atleti non si sono dati per vinti ed intorno alle ore 19 sono riusciti apportare a termine l’impegno, raggiungendo la spiaggia di Chiessi – acclamati in un’autentica ovazione dal folto pubblico accorso per l’occasione.

Abbiamo incontrato Piero Raimondi, amministratore della Sezione Nuoto in Mare del Circolo Teseo Tesei, che nonostante la protezione di una muta leggera, è stato colpito ripetutamente sulle mani, alle caviglie e al volto. A lui abbiamo chiesto un bilancio di questa stagione di nuoto in mare e le prospettive future – anche alla luce di questi possibili inconvenienti.

“Abbiamo rispettato il nutrito programma delle nuotate estive in mare, sono nuotate di gruppo, non agonistiche, per stare insieme e conoscere i meravigliosi fondali dell’Isola d’Elba. Chiuderemo la stagione con una nuotata di fondo il 10 settembre, da Marciana Marina a S. Andrea. Per il prossimo anno, prevederemo delle nuotate alternative per ridurre al minimo gli inconvenienti legati alle correnti ed alle meduse.

Un ringraziamento particolare va a tutti quelli che hanno collaborato con grande spirito di sacrificio per la buona riuscita di questa lunga nuotata durata 11 ore e mezza, al Comune di Marciana Marina ed ai volontari della Misericordia di Chiessi e Pomonte.
A chi ha seguito con tre natanti questi atleti, dando agli stessi una sicurezza indispensabile, va il nostro riconoscimento, la nostra simpatia e amicizia. Sui natanti erano presenti: Mauro, Maria e Renato Cirafici, Gabriele, Renato e Sara Gentili, Joel Cardin, Luciano Costa, Enrico Arnaldi, Enzo Hatuneri, Vito Manca, Borgoni Alessandro e il fotografo Fiona Puttigeg.

“Un arrivederci all’anno prossimo”!

Il tutto è stato seguito dalle telecamere della tv satellitare Sky

Nessun commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>